GALEGA

GALEGA

(Galega officinalis L.)

Galattofora, aumentato trofismo del microcircolo nella gh. mammaria e ipoglicemizzante (semi).

STORIA
il nome deriva da gala= latte, e ago= apporto; pianta originaria dell’Europa orientale, secondo alcuni autori diffusa dagli Arabi, secondo altri presente già in Italia. In Italia fu importata come pianta medicinale nel Medioevo, ma nel XVI sec. cadde in disuso. Annoverata fra le piante commestibili, sembra che la fama le derivi dai supposti vantaggi che si ottennero con il suo consumo durante la peste che colpì terribilmente la Lombardia nel 1576. In passato era impiegata come diuretica, vermifuga, anticonvulsivante e per uso esterno in caso di morsi o punture. Si può trovare facilmente in tutta Europa e Nord America.

DROGA
sommità.

COSTITUENTI ATTIVI
galegina (isoamilenguanidina); idrossigalegina, peganina; flavonoidi, tannini, saponine, Sali di cromo (3,7 ppm).

USO DELLA TISANA
allattamento e coadiuvante nella terapia del diabete (semi).

DOSE CONSIGLIATA
2g ogni 200ml di acqua bollente, in infusione per 5-10 minuti.

DROGHE ASSOCIATIVE
Illicium verum, Foeniculum vulgare, Trigonella foenum graecum e Cuminum cyminum come galattofore.

PRECAUZIONI D’USO
nessuna alle condizioni d’uso. In soggetti in cura per diabete di qualsiasi grado e tipologia, consultare il medico.