Blog

IL GLOSSARIO ERBORISTICO- I termini erboristici nel quotidiano.

IL GLOSSARIO ERBORISTICO- I termini erboristici nel quotidiano.

IL GLOSSARIO ERBORISTICO- I termini erboristici nel quotidiano.

I nuovi mezzi di comunicazione, e l'utilizzo intelligente e produttivo dei social, hanno reso disponibile a chiunque ne voglia usufruire ciò che nel passato era considerato essere lo scibile di pochi eletti che, per condizione sociale o ruolo, erano i soli depositari di molti "segreti".

Pensiamo al patrimonio culturale di cui erano garanti coloro che, negli ordini monastici e nei conventi, si occupavano di conservare e trascrivere i testi antichi( grazie ai quali è stato tramandato gran parte di quanto precedentemente espresso in termini di "sapere"). Agli stessi personaggi era spesso affidato il compito di curare i "fratelli" e talora anche la popolazione faceva riferimento a colui che veniva designato come "frate erborista", profondo conoscitore di piante officinali (i semplici) e della letteratura (vedi Severino, Frate Erborista del "Nome della Rosa" di Umberto Eco).

Il fatto che la cultura erboristica affondi le sue radici nel passato remoto, è uno dei motivi per cui, parlando di piante officinali, vengono comunemente utilizzati insieme a termini moderni che si rifanno al glossario medico, altre definizioni che possono risultare difficili da comprendere in quanto un po' desuete.

Vorrei condividere con voi un piccolo glossario che possa aiutare a conoscere meglio alcuni termini usati anche nei nostri post (quando è possibile assocerò 1-2 piante a titolo di esempio).

Iniziamo con la lettera A

A come…

  • Adattogeno: sostanza o droga che aiuta a fronteggiare lo stress psico-fisico (Ginseng, Eleuterococco).
  • Anafrodisiaco: prodotto in grado di calmare il desiderio sessuale. Contrario di afrodisiaco (Agnocasto).
  • Ammorbidente: medicamento in grado di attenuare lo stato irritativo dell'epidermide e delle mucose (Malva, Camomilla).
  • Antidropico: sostanza o medicamento utile per ridurre la presenza anomala di liquido sieroso nelle cavità del corpo (Asparago).
  • Antiemetico: sostanza in grado di contrastare il vomito (Zenzero).
  • Antidrotico o Antidiaforetico: che aiuta a ridurre la sudorazione (Salvia).
  • Antielmintico: contro vermi e parassiti dell'intestino (Aglio, Assenzio).
  • Antiflogistico: rimedio capace di ridurre e/o opporsi a processi infiammatori (Calendula, Achillea).
  • Aperitivo: "che apre", in generale sostanza che eccita e stimola l'appetito (Centaurea, China).


Ultimi post

  • La febbre di primavera

    Lun 11 Maggio 2020

    C'è una"febbre" che non sottace un agente infettivo, più o meno nuovo che sia, una febbre che …

  • Le piante toniche ed afrodisiache

    Gio 13 Febbraio 2020

    In vista dell'arrivo della Primavera, e approfittando della festa di San Valentino come spunto per …

  • L’APPROCCIO FITOTERAPICO A SOVRAPPESO E OBESITA’

    Mer 23 Ottobre 2019

    L'Obesità è definita come patologia multifattoriale a componente multigenica sulla quale …

  • IL “BURN OUT”

    Mer 25 Settembre 2019

    IL"BURN OUT" La sindrome di burnout, definita anche come sindrome «dell'esaurimento da lavoro» …

  • SANA 2019

    Mar 3 Settembre 2019

    Una nuova edizione di SANA, il Salone Internazionale del biologico e naturale, torna a Bologna dal …