Blog

Cosa significa Taglio Tisana?

Cosa significa Taglio Tisana?

Cosa significa Taglio Tisana?

Da dove si parte per ottenere una Tisana di qualità?

Dobbiamo scegliere delle ottime piante, che siano state raccolte durante il loro tempo balsamico e lavorate nel minor tempo possibile dalla raccolta.

Il primo processo di lavorazione e trasformazione al quale vanno incontro quasi tutte le piante è l'Essiccazione.

Tralasciando per un attimo i metodi di essicazione tradizionali, come quelli all'aria aperta, che ormai vengono utilizzati per lo più ad uso domestico, nella produzione di piante officinali da usare per l'allestimento delle tisane, il produttore deve tenere sempre a mente un parametro:

La Temperatura : attorno a questo parametro ruota la qualità finale della pianta durante tutto il processo produttivo.

La maggior parte dei principi attivi sono sensibili al calore ed alcuni, come gli oli essenziali, scompaiono totalmente con l'innalzamento delle temperature.

Questo ci dice subito che un'azienda a filiera unica, cioè dalla pianta al prodotto, ci garantisce tempi di lavoro molto rapidi e quindi si abbassa il rischio che le piante vengano alterate e perdano le loro capacità curative.

La stragrande maggioranza delle piante viene raccolta nel periodo estivo, durante il quale le temperature rimangono sempre abbastanza elevate, quindi diventa altrettanto importante ridurre i tempi dello stoccaggio della pianta fresca per evitare che si inneschino meccanismi di fermentazione e macerazione ad opera dei microorganismi presenti nel terreno.

Ecco perché per conservare a lungo e al meglio la nostra pianta è necessario ricorrere all'essiccazione.

L'Essiccazione non è altro che l'abbassamento del contenuto di acqua della pianta che passa da oltre il 70%, al disotto del 10-12% grazie a di un flusso di aria calda e secca.

Ovviamente la temperatura è sempre rigorosamente controllata e non super mai i 30-40 gradi.

Adesso la nostra pianta essiccata è pronta per trasformarsi in un prodotto adatto a diventare una tisana: Il Taglio Tisana.

Chi lavora in erboristeria o semplicemente ama usare tisane, infusi e decotti, ha familiarità con questo termine, ma cosa vuol dire "Pianta Taglio Tisana"?

Secondo la Farmacopea Ufficiale Italiana, il testo farmaceutico normativo italiano, la Pianta Taglio Tisana è definita come una o più droghe esclusivamente vegetali tagliate per essere destinate a preparazioni acquose orali ottenute per decozione, infusione o macerazione.

Nella Farmacopea Europea viene aggiunto che le droghe per tisane sono poste in commercio nel cosiddetto "taglio tisana", in cui la dimensione minima delle droghe è pari a circa 2-15 mm.

Definire la "misura" delle piante per il taglio tisana non è affatto una pignoleria normativa, anzi è un controllo di qualità che chiunque può fare a casa propria con un semplice colpo d'occhio.

Quindi i controlli di qualità "casalinghi" che potete fare sono

. verificare che siano ben distinguibili gli elementi delle varie droghe ( foglie,radici e cortecce)

.controllare il colore delle piante che deve essere uniforme e brillante

. sentire il profumo del composto essiccato che rimane intenso anche dopo un'ora dall'apertura del contenitore.

Buona Tisana.


Ultimi post

  • La febbre di primavera

    Lun 11 Maggio 2020

    C'è una"febbre" che non sottace un agente infettivo, più o meno nuovo che sia, una febbre che …

  • Le piante toniche ed afrodisiache

    Gio 13 Febbraio 2020

    In vista dell'arrivo della Primavera, e approfittando della festa di San Valentino come spunto per …

  • L’APPROCCIO FITOTERAPICO A SOVRAPPESO E OBESITA’

    Mer 23 Ottobre 2019

    L'Obesità è definita come patologia multifattoriale a componente multigenica sulla quale …

  • IL “BURN OUT”

    Mer 25 Settembre 2019

    IL"BURN OUT" La sindrome di burnout, definita anche come sindrome «dell'esaurimento da lavoro» …

  • SANA 2019

    Mar 3 Settembre 2019

    Una nuova edizione di SANA, il Salone Internazionale del biologico e naturale, torna a Bologna dal …